Quali musei visitare a Roma per Pasqua e Pasquetta

Pasquetta 2022 che fare
Pasquetta 2022 che fare

Quali musei visitare a Roma per Pasqua e Pasquetta

Quali musei si possono visitare a Roma e provincia  nei giorni vicino Pasqua e Pasquetta?

Roma è da sempre meta privilegiata del turismo  pasquale anche  perchè  Roma è il centro della cristianità mondiale per la presenza della Basilica di San Pietro e residenza papale. Sin dal periodo medievale i pellegrini giungevano a Roma, almeno una volta nella vita venivano a  vedere la Tomba di San Pietro e il Papa, oggi i pellegrini sono stati sostituiti dalle migliaia di turisti provenienti da ogni angolo del mondo.

I MUSEI VATICANI, LA COLLEZIONE DEL PAPA

Tra  i musei più famosi e importanti di Roma troviamo i Musei Vaticani, questi prendono il nome di Musei perché in realtà sono formati da tanti musei accorpati tra loro. La prima sezione che si vede è la Pinacoteca Vaticana  caratterizzata da raccolte di pittura che hanno un carattere prevalentemente sacro e che vennero inaugurate da Pio VI . Tra i pittori più famosi troviamo Gentile da Fabriano, Filippo Lippi, Beaato Angelico,Raffaello, Giulio Romano etc.

Nel Museo Gregoriano Profano troviamo invece manufatti lapidei di epoca greca e romana, epigrafi. Nel Museo Egizio le prime due sale invece sono dedicata al Canopo della Villa Adriana con le statue originali provenienti dall’area archeologica della villa Adriana a Tivoli e dedicate ad Antinoo, il favorito di Adriano , che muore in circostanze misteriose nel fiume Nilo nei pressi della località Canopo,poco lontano da Alessandria.

Museo Pio Clementino è un’altra  sezione dei musei vaticani ed è caratterizzata da una serie di sculture greche e romane, tra questi troviamo il famoso Apoxymenos, l’Apollo del Belvedere, il celeberrimo Laooconte  trovato nella Domus Aurea nel 1506 e che ebbe un fascino notevole su Michelangelo,  il Torso del Belvedere e tanti altri capolavori.

All’interno dei Musei Vaticani troviamo anche  la sezione Etrusca  con il famoso Marte di Todi. 

Quali Musei visitare a Roma per giorni Pasqua e Pasquetta

Di seguito una serie di suggerimenti per visitare alcuni dei musei più importanti di Roma per Pasqua e Pasquetta.

Poco lontano dai Musei Vaticani e dunque dalla Basilica di San Pietro, ubicato sul Lungotevere si erge maestoso il Museo di Castel Sant’ Angelo . All’interno del Museo di Castel Sant’Angelo troviamo una interessante collezione di ceramiche ,dipinti di epoca rinascimentali,arredi  vari, nonché armi.

Ricordiamo che questo splendido monumento in epoca adrianea dunque nel  II Sec.d.C ERA IL Mausoleo dell’Imperatore Adriano che qui voleva far giacere la urna. Il mausoleo venne cominciato a partire dal 123 d.C ed era collegato al  Tevere grazie al Ponte Aelius poi rinominato S.Angelo.

Musei capitolini:

I Musei Capitolini furono voluti dal Papa Sisto IV  che fu in realtà un grandissimo mecenate, le sue orme furono poi seguite dal Papa Leone X, Pio V e il Cardinale Albani.

Tra le opere più famose vi è il simbolo della città di Roma, la Lupa Capitolina realizzata in bronzo e risalente al V sec. a.C ( FORSE Romolo e Remo furono successivamente aggiunti nel ‘400 ad opera dell’artista Pollaiolo). Altra statua celeberrima è la famosa statua equestre dell’Imperatore Marco Aurelio, mentre nella Piazza del Campidoglio troviamo allocata una copia .

All’interno della collezione dei Musei Capitolini troviamo anche numerosi manufatti provenienti dalla celeberrima Villa Adriana voluta dall’Imperatore Adriano nella campagna tiburtina.Tra le opere più famose  troviamo il famoso mosaico delle colombe che bevono da un vaso.

Altra opera famosa che venne riconsegnata dalla Francia al museo fu il Galata morente.All’interno dei Musei Capitolini troviamo anche una sezione dedicata a Pinacoteca dove sono esposte opere del Tiziano,Dosso Dossi, Guido Reni, Ludovico Carracci, Pietro da Cortona ,Lorenzo Lotto etc.

Quali Musei visitare a  Roma e in provincia a Pasqua 

Sono tanti i Musei che si possono visitare a Roma per Pasqua, chi voglia invece fare una gita fuori porta soprattutto a Pasqua consigliamo di raggiungere la città di Tivoli.

Nell’area archeologica di Villa Adriana ad esempio oltre a visitare le splendide rovine di quella che un tempo fu la residenza di campagna dell’imperatore Adriano, è possibile visitare anche l’Antiquarium della Villa che è stato riaperto al pubblico da poco.

Il piano inferiore ancora non è visitabile, dalle grandi vetrate è possibile comunque vedere alcuni degli originali provenienti dal Canopo di  Villa Adriana, si tratta di copie realizzate in epoca romana e raffiguranti quattro Cariatidi che un tempo andavano a sottolineare la vasca del cd.Canopo.

Il piano superiore del Museo contempla una serie di manufatti pertinenti al ciclo del Canopo con statue egittizzanti, quale la rappresentazione di uno splendido coccodrillo realizzato in marmo cipollino che all’ epoca di Adriano fungeva da fontana, dalle sue fauci fuoriusciva un getto di acqua.

Nell’aula successiva troviamo una serie di statue provenienti da vari padiglioni della villa, notevole è un torso di atleta da un originale di Prassitele. L’ultima sala del museo è dedicata a una serie di manufatti che un tempo abbellivano i giardini di questa splendida villa imperiale.

Una volta terminata la visita all’ area archeologica di Villa Adriana consigliamo di proseguire per Tivoli. Qui situata al centro della città troviamo la splendida Villa D’Este, con il suo Palazzo affrescato e i suoi giardini che pullulano di fontane. All’interno del Palazzo in questo periodo è anche allestita una splendida mostra di arte contemporanea che si sviluppa tanto nell’appartamento privato del Cardinale che nell’appartamento nobile.

Per entrambe le Ville, dunque sia Villa Adriana che Villa D’Este  è possibile prenotare visite guidate al nostro sito, la tipologia di visite varia a seconda delle proprie necessità, si va da visita private, semiprivate e semiprivate plus che prevedono anche la visita all’acropoli della città di Tivoli.

Altro Museo da visitare in provincia di Roma è il Museo Archeologico Prenestino che si trova a Palestrina.

Il Museo in realtà si trova all’interno di Palazzo Barberini di cui si conservano anche affreschi cinquecenteschi ,e viene a trovarsi sui resti del grandioso tempio di epoca repubblicana dedicato alla Fortuna Primigenia.

Dello stesso periodo, e dunque risalente al I sec.a.C , è anche  IL Santuario di Ercole Vincitore  situato a Tivoli e che viene  a trovarsi poco distante dalla Villa D’Este.Anche all’interno del Santuario di Ercole a Tivoli troviamo la presenza di un piccolo antiquarium che presenta manufatti notevoli.

Per ulteriori informazioni e per visite guidate visitate il nostro Sito. 

 

Informazioni su Guida Turistica Tivoli 281 Articoli
Siamo un gruppo di guide turistiche abilitate, specializzate e laureate in Storia dell'Arte ed Archeologia. Grazie alla nostra esperienza di oltre 25 anni offriamo visite guidate professionali a Tivoli. I nostri servizi sono in lingua italiana, inglese, francese, portoghese, spagnola.