Teatro Marittimo: Visite Guidate a Villa Adriana

Teatro Marittimo: Visite Guidate a Villa Adriana

ALLA SCOPERTA DEGLI EDIFICI PIU’ FAMOSI COSTRUITI DALL’IMPERATORE ADRIANO NELLA SUA VILLA DI TIVOLI

Il visitatore che viene a visitare l’immensa villa di campagna nel territorio tiburtino  costruita nel II sec.d.C dall’Imperatore Adriano viene colpito immediatamente dalle dimensioni eccezionali del sito ( circa 300 ettari nell’antichità) ma soprattutto dalla bellezza e dalla unicità dei suoi edifici.

“Uno dei luoghi più famosi di Villa Adriana e che assolutamente si deve visita è il Teatro Marittimo.”

Un sogno fatto pietra: la cosiddetta Villa dell’isola detta Teatro Marittimo

Il turista che giunge a Villa Adriana la prima cosa che vede entrando in Villa è il Plastico della Villa ospitato in un edificio degli ai ’50 che si trova a ridosso del lungo muro di spina appartenente al cd.Pecile, originariamente un grande giardino circondato da un quadriportico dipinto.

Costeggiando il muro di spina che un tempo separava il doppio portico si raggiunge dirigendosi verso est uno degli edifici più suggestivi della villa,il cd.Teatro marittimo.

Questo luogo che stiamo per descrivere viene giustamente definito il luogo più amato dall’imperatore Adriano e quello forse più frequentato anche perché è stato uno dei primi edifici a essere stato costruito dall’imperatore  a partire dal 118 d.C

L’ISOLA DI ADRIANO

L’attribuzione di questo luogo avviene in epoca rinascimentale quando il Cardinale Ippolito II D’Este che si fa costruire a Tivoli la sua splendida  Villa D’Este  farà eseguire  gli scavi della villa Adriana dal suo architetto di corte Pirro Ligorio. L’edificio in questione viene chiamato teatro per via della sua forma, marittimo perché vengono trovati frammenti architettonici ispirati al mondo marino e che ora sono visibili nell’Antiquarium di Villa Adriana che da poco è stato riaperto al pubblico.

Vediamo ora le caratteristiche architettoniche di questo padiglione unico nel suo genere.Troviamo un’isola artificiale,circondata da un portico con colonne ioniche coperto originariamente da una volta a botte circolare che in un tratto è stata ricostruita durante gli scavi avvenuti dopo la seconda guerra mondiale.Per accedere all’isola oggi c’è un ponte in muratura ,in epoca adrianea c’erano invece due ponti mobili in legno che venivano chiusi e aperti a seconda della necessità.

Cosa viene costruito all’interno dell’isola?

All’interno viene a trovarsi una villa in miniatura, quella che i latini chiamavano domus, da qui la dicitura completa di Villa dell’isola detta teatro marittimo.

La villa in miniatura che l’imperatore si fa costruire sull’isola è composta da quattro settori:Troviamo un atrio d’ingresso raggiungibile attraverso i due ponti girevoli, e poi a seguire negli altri tre settori tutta una serie di piccole stanze disposte intorno a un cortile centrale porticato.

C’ è la presenza di un tablinum, ossia di una piccola saletta da pranzo  con due piccole stanze attigue e il suo studio personale, in un altro settore troviamo altre due piccole camere e in un altro ancora un piccolo impianto termale dove la vasca centrale che circonda l’isola serviva anche da frigidarium,oltre alla presenza del tepidario e del calidario. Cosa curiosa che la maggior parte di queste stanzette erano dotate di latrina personale, dunque ogni stanza aveva il suo bagno personale!

I ponticelli in legno che erano mobili giravano su ruote ubicate in un binario che è ancora visibile sul fondo della vasca del canale grazie al quale si accedeva all’isola. La parte centrale della sua alcova era invece  dotata di un piccolo ninfeo ossia un piccolo bacino d’acqua.

Una villa per l’anima di Adriano 

La villa in miniatura che dunque l’imperatore soldato ma soprattutto l’imperatore intellettuale quale era Adriano era il luogo dove Adriano amava ritirarsi.Il suo rifugio, la sua isola,il suo pensatoio,dove l’anima poteva essere messa a tacere. Un luogo quasi immaginario che Adriano potesse frequentare anche con lo spirito. Luogo questo citato anche nel famoso libro di Marguerite Yourcenear che scrisse le Memorie di Adriano  e dove si immagina Adriano citare i suoi famosi versi da lui personalmente composti.

L’imperatore  Adriano poeta 

Ad Adriano vengono attribuiti  dei versi celebri pertinenti ad un componimento da lui scritto 

Così recita il componimento in lingua latina

 “Animula Vagula blandula

Hospe comeque corporis

Quae nunc abibis in loca 

Pallidula,rigida nudula

Nec ut soles dabis iocas”

Si tratta di 5 versi struggenti e commoventi in cui Adriano si prepara a dare l’addio alla sua anima morente perché oramai malato è giunto alla fine dei suoi giorni.

La traduzione del piccolo componimento cosi recita:

“Piccola anima

Smarrita e soave,

compagna e

ospite del corpo,

ora ti appresti a scendere in luoghi

senza colori,spogli,ardui 

dove non troverai più gli svaghi consueti.”

L’isola e Antinoo

Il cd.Teatro marittimo è forse anche il luogo dove Adriano amava ritirarsi con il suo favorito,il giovinetto Antinoo di origine turca e che morirà  in circostanze drammatiche annegando nelle acque del Nilo durante una crociera nel 130 d.C.

E’ forse in questo luogo intimo e isolato che  Adriano cercherà di tacere la sua disperazione dopo la morte del giovinetto di orine bitinia.

A villa Adriana Adriano farà anche edificare in memoria di questo amasio edifici a lui dedicati ,tra cui il celeberrimo Canopo che si trova poco distante dal teatro marittimo che stiamo descr

INFORMAZIONI

Come raggiungere Villa Adriana:

Biglietteria Area Archeologica di Villa Adriana

Largo Marguerite Yourcenar, 1

0019 Villa Adriana Tivoli Roma

L’area archeologica è provvista di un parcheggio a pagamento che ha un costo di euro 3.

L’area archeologica è aperta tutti i giorni dalle h 8.30 h 19 durante il periodo estivo 

Dalle h .8. 30 alle 17.00 durante il periodo invernale.

I museo o antiquarium  è aperto tutti i giorni a partire dalle h 10.00 fino a orario di chiusura della villa 

Giorni di chiusura del complesso archeologico: il 1° GENNAIO E IL 25 DICEMBRE   ad eccezione di aperture straordinarie decise dal MIC

Dal 6  agosto per accedere all’area archeologica è necessario mostrare il Green Pass in biglietteria.

All’interno dell’ area archeologica c’è anche un piccolo ristoro in prossimità del cd.Plastico della Villa Adriana.

I bagni sono sia all’esterno in prossimità della biglietteria che all’interno  vicino al Plastico della Villae all’edificio chiamato Canopo

Costo del biglietto € 10,00

Informazioni su Guida Turistica Tivoli 221 Articoli
Siamo un gruppo di guide turistiche abilitate, specializzate e laureate in Storia dell'Arte ed Archeologia. Grazie alla nostra esperienza di oltre 25 anni offriamo visite guidate professionali a Tivoli. I nostri servizi sono in lingua italiana, inglese, francese, portoghese, spagnola.