I Pittori di Villa d’Este nel panorama laziale

Pittori di Villa d'Este
Pittori di Villa d'Este

I Pittori di Villa d’Este nel panorama laziale

I pittori di Villa d’Este a Tivoli, sono noti per essere dei pittori che provengono dalla scuola del Manierismo Romano. Come abbiamo già menzionato in altri articoli, Villa d’Este è un esemplare unico di Villa Rinascimentale affrescata completamente da pittori manieristi. Il contesto storico Romano come sappiamo dopo Michelangelo è un contesto molto importante visto che questo gruppo di artisti hanno dipinto ed affrescato i più grandi e sontuosi palazzi Romani e laziali del tardo Cinquecento e del Seicento.

Gli artisti più noti che hanno lavorato a Villa d’Este sono stati, i fratelli Zuccari, Livio Agresti e Girolamo Muziano,  Matteo Neroni ed infine Durante Alberti.

Il contesto di a cui voler fare riferimento non è solo notare cosa hanno fatto questi pittori a Villa d’Este osservare  anche dove questi pittori hanno lavorato a Roma e nel Lazio; proprio per contestualizzare meglio il quadro manieristico e stilistico di quell’epoca che fu cosi’ importante per la città di Roma e che divenne un volano di straordinaria importanza per tutte le corti europee di quell’epoca.

Dove sappiamo benissimo  che i “grandi pittori” del manierismo romano lavoravano a Roma e nei dintorni. Invece quelli medi venivano inviati nelle corti Europee per accontentare l’aristocrazia internazionale, che desideravano imitare lo stile italiano.

Opere degli artisti

Tra i principali artisti abbiamo Livio Agresti, detto ricciutello  che nasce a Forli’ il 1505 e muore nel 1579  e probabilmente sepolto presso la Chiesa di Santo Spirito in Sassia a Roma dove lavorò negli ultimi tempi della sua vita.  Il suo lavoro presso Villa d’Este lo vediamo nel salone centrale. Dove ha rappresentato la personificazione della Saggezza, della Carità e della Pazienza.

Invece per quanto riguarda il suo lavoro di Livio Agresti  a Roma abbiamo, l’Oratorio del Gonfalone, Santa Maria della Consolazione (Madonna con il Bambino). Santa Caterina dei Funari, (Martirio di Santa Caterina). Santo Spirito in Sassia, (l’Assunzione). Musei Vaticani, (Sala Regia).

Fratelli Zuccari 

Invece per quanto riguarda i fratelli Zuccari le opere sono moltissime visto che loro essendo due hanno lavorato in contemporanee in molti luoghi di Roma e del Lazio. Come ad esempio: Pinacoteca del Campidoglio, (autoritratto).

Chiesa del Gesù, (3° cappella). San Lorenzo in Damaso, (Incoronazione di Maria. Santa Prassede, (Gesù sotto la croce). Sagrestia di San Pietro in Vaticano, (Gloria dei Santi). Palazzo Zuccari a Via Gregoriana. Cappella Paolina del Palazzo Apostolico, (scene dei Santi Pietro e Paolo). Basilica di Santa Sabina, (Cappella di San Giacinto). Basilica di Santa Pudenziana, (mosaici della Cappella Caetani).

San Marcello al Corso, Conversione di San Paolo. Santa Maria Egiziaca, Santa Maria Egiziaca. Oratorio del Gonfalone a Roma. Santa Maria dell’Orto, (Storia della Vergine e Gesù cade sotto la croce). Trinità di Monti, (Cappella Massimo).

Santa Caterina dei Funari, (Cappella Cesi). Galleria Borghese, (Cristo morto).  Castello di Bracciano, (Camera papalina). Campagnano Romano, (chiesa di San Giovanni Presentazione al Tempio e nascita di Maria).

Palazzo Farnese Caprarola, (Salone regio). Rignano Flaminio, San Vincenzo e Attanasio (Crocifisso e stucchi). Civita Castellana, Rocca pentagonale (corte d’Onore). Cantalupo in Sabina, (Palazzo Baronale). Arsoli (Castello Massimo, salone). Forte di Paliano, (Trionfo di Marcantonio Colonna).

Girolamo Muziano

Girolamo Muziano nasce ad Aquafredda nel nord d’Italia nel 1532 e muore a Roma il 1592 e sepolto nella Basilica di Santa Maria Maggiore.  A Villa d’Este si è occupato in particolar modo della  progettazione della Sala di Noé, Salone delle Fontane, Concilio degli Dei, Sacrificio di Diana, Bacco, Cerere, Apollo, Sala della Nobiltà.

Per quanto riguarda invece le opere pittoriche a Roma, Girolamo Muziano abbiamo: Musei Vaticani, (Resurrezione di Lazzaro). Chiesa del Gesù (Circoncisione). Santa Maria in Araceli, (San Pietro, San Paolo e San Matteo).

Chiesa di Santa Caterina della Rota, (Fuga in Egitto). Basilica di Santa Maria degli Angeli Capella Aldobrandini (Consegna delle Chiavi e San Girolamo che predica). Basilica di San Pietro sovra intende la tomba di Gregorio XIII. Rifondatore dell’ Accademia di San Luca.  Chiesa Nuova, (III cappella Ascensione). Santa Maria ai Monti (Natività).

Basilica dei santi Silvestro e Martino ai Monti, (S. Alberto Carmelitano). S. Maria della Concezzione, (San Francesco stigmatizzato. Sant’Agostino in Campo Marzio ( S. Appolonia). S. Caternina dei Funari (Deposizione). Basilica Santa Maria sopra Minerva, affreschi. Galleria Colonna, Galleria Doria Pamphili, Galleria Nazionale Arte Antica e nella Pinacoteca Vaticana altre importanti opere dell’artista.

Matteo Neroni e Alberto Duranti 

Come possiamo comprender sono artisti minori che essenzialmente hanno aiutato gli artisti citati in precedenza. Alberto Durati è un po più noto di Matteo Neroni. Visto che Duranti ebbe la carica presso l’Accademia di San Luca a Roma che nel tempo lo fece lavorare .

Le sue opere più note a Villa d’Este sono il salone e il sacrificio  di Noè. Invece per quanto riguarda le sue opere a Roma, le possiamo vedere presso San Girolamo della Carità, (Madonna con il bambino). Chiesa del Gesù, (crocifisso e Santi Tommaso degli Inglesi).

Santa Maria in Vallicella, (adorazione). Chiesa della Pietà dei Pazzarelli (la Peità). Chiesa della Madonna ai Monti, (Annunciazione). Santa Maria in Vallicella, (Adorazione dei Pastori).

 

 

 

 

Informazioni su Guida Turistica Tivoli 221 Articoli
Siamo un gruppo di guide turistiche abilitate, specializzate e laureate in Storia dell'Arte ed Archeologia. Grazie alla nostra esperienza di oltre 25 anni offriamo visite guidate professionali a Tivoli. I nostri servizi sono in lingua italiana, inglese, francese, portoghese, spagnola.