Luoghi segreti di Villa Adriana: le Biblioteche e le Cento Camerelle

Villa Adriana

Quando si visita Tivoli è quasi impossibile non parlare di Villa Adriana, il magnificente complesso archeologico risalente al II secolo d.C. e nato per volere dell’Imperatore Adriano che ne fece la sua residenza.
Uno dei siti più belli nei dintorni di Roma nonché uno dei luoghi più visitati a Tivoli dalle migliaia di turisti che giungono da ogni parte e che richiedono una visita guidata della villa. Villa Adriana fu edificata tra il 118 e il 138 d.C. e è composta da un complesso di diversi edifici molti dei quali tutt’oggi visitabili.
Vista la sua particolare valenza dal punto di vista storico e architettonico è stata incluso dall’Unesco nei siti patrimonio dell’umanità della World Heritage List. Ci sono luoghi segreti, meno conosciuti, di Villa Adriana dei quali andremo a parlare di seguito.

Le Biblioteche di Villa Adriana

I primi edifici da analizzare sono le Biblioteche di Villa Adriana: due imponenti palazzi collegati da un portico e noti rispettivamente come Biblioteca Greca e Latina. Entrambe le strutture affacciano a nord. Ovviamente è rimasto solo lo scheletro di ciò che furono ai tempi dell’Imperatore Adriano.
La Biblioteca Greca era formata da 3 distinti piani, l’ultimo dei quali dotato di impianto di riscaldamento e collegato tramite una scala al Teatro Marittimo, ritenuta da molti la costruzione più originale di Villa Adriana.
La Biblioteca Latina presentava invece due piani soltanto interamente rivestiti in marmo, tanto sul pavimento quanto sule pareti. La pianta era molto simile alla Biblioteca Greca. Ad oggi è rimasto visitabile soltanto il piano inferiore con due sale disposte sullo stesso asse.
Entrambe queste biblioteche sono state interpretate come dimore dell’imperatore oppure come più accreditati ingressi monumentali al Palazzo.

Le Cento Camerelle

Visitando Villa Adriana l’occhio cadrà certamente sui resti di un’imponente struttura di oltre 300 metri di lunghezza e 15 metri di altezza. Si tratta delle Cento Camerelle, un massiccio sistema di sostruzioni pensato per sorreggere la spianata del Pecile, voluta dall’Imperatore Adriano in ricordo della Stoà Pecile di Atene.
Le Cento Camerelle sono formate da 92 vani disposti su più piani ai quali si poteva accedere tramite un ballatoio in legno. Ogni fila di vani vedeva la presenza di una latrina multipla. Gli ambienti posti a livello del piano stradale sono stati in passato utilizzati, con ogni probabilità, per lo stoccaggio delle merci e dei prodotti che servivano per la gestione di Villa Adriana. Una sorta di magazzino a disposizione della villa dell’Imperatore.

Guida Turistica Tivoli
Informazioni su Guida Turistica Tivoli 94 Articoli
Siamo un gruppo di guide turistiche abilitate, specializzate e laureate in Storia dell'Arte ed Archeologia. Grazie alla nostra esperienza di oltre 25 anni offriamo visite guidate professionali a Tivoli. I nostri servizi sono in lingua italiana, inglese, francese, portoghese, spagnola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*