La meraviglia naturalistica di Villa Gregoriana

Villa Gregoriana

Nota anche con il nome di Parco della Villa Gregoriana, che le fu accordato dal Fai, Fondo per l’ambiente Italiano, di cui fa parte, questo sito sorge in una posizione panoramica ai piedi dell’acropoli romana di Tivoli.
Un grande patrimonio naturalistico, storico e archeologico che si presenta oggi come un ambiente di grande suggestione. Con Villa d’Este e Villa Adriana rappresenta il trittico delle ville di Tivoli note un po’ in tutto il mondo.
Il Parco di Villa Gregoriana sorge su due versanti di un profondo fosso: un panorama unico all’interno del paesaggio tiburtino con dirupi, caverne, cascate.

Edificata su desiderio di Papa Gregorio XVI

La Villa fu edificata per volontà del Papa Gregorio XVI nel diciannovesimo secolo, era il 1834, presso un alveo del fiume Aniene. Le ragioni di quest’opera sono ad ricercarsi nella necessità di difendere la città di Tivoli dalle piene dello stesso fiume Aniene.
I lavoro furono eseguiti non badando a spese, nel pieno rispetto di quella che era la figura di Papa Gregorio XVI. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Un’opera simbolo della cultura Romantica al punto che divenne fin da subito una delle principali mete del Grand Tour, viaggi che artisti, letterati e persone di cultura compivano in quegli anni in luoghi pieni di bellezza per arricchire il proprio bagaglio di conoscenze.
Qui, nel Parco della Villa Gregoriana, il naturale e l’artificiale si fondono in un’opera di grande valore artistico e dalla sublime estetica.

Valle dell’Inferno e la Acropoli

Villa Gregoriana è stata edificata presso una valle scoscesa nota in tempi antichi come la Valle dell’Inferno. Oltre alla valle in questione, presso la quale si può ammirare una suggestiva cascata, l’itinerario di Villa Gregoriana prevede la grotta di Nettuno e quella delle Sirene, situate lungo il sentiero di avvicinamento.
Una volta arrivati in fondo alla valle si risale verso quello che è uno dei punti più noti del complesso di Villa Gregoriana: la Acropoli, una spianata presso la quale è possibile trovare due templi databili attorno al I secolo a.C.
Il primo tempio ha pianta rettangolare ed è noto come tempio della Sibilla; l’altro invece è circolare ed è noto come tempio di Vesta.
Una delle passeggiate naturalistiche più suggestive al mondo come affermato dallo stesso Fai, il Fondo Ambiente Italiano, una associazione nata nel 1975 per preservare opere importanti del patrimonio artistico e naturalistico italiano e che ha incluso Villa Gregoriane nei suoi siti.
“Boschi, cascate, scorci e dirupi, sentieri rupestri, antiche vestigia e grotte naturali, un fiume inghiottito dalle viscere della terra.” Così sul sito Fai è descritta la meravigliosa Villa Gregoriana.

Guida Turistica Tivoli
Informazioni su Guida Turistica Tivoli 94 Articoli
Siamo un gruppo di guide turistiche abilitate, specializzate e laureate in Storia dell'Arte ed Archeologia. Grazie alla nostra esperienza di oltre 25 anni offriamo visite guidate professionali a Tivoli. I nostri servizi sono in lingua italiana, inglese, francese, portoghese, spagnola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*